guida all'acquisto di uno smartwatch

Guida all’acquisto di smartwatch

Se siete interessati all’acquisto di uno smartwatch, è probabile che abbiate cominciato a notare quali sono i modelli disponibili su internet o nei centri commerciali. Vi sarete quindi imbattuti in un gran numero di smartwatch diversi, ognuno con caratteristiche diverse. In questa guida all’acquisto cercheremo di fare un po’ di chiarezza sull’argomento, e aiutarvi a scegliere  lo smartwatch più adatto alle vostre esigenze o ai vostri gusti.

Cominciamo dalle basi:

Che cos’è uno smartwatch?

smartwatch, che cosa è
Uno smartwatch è un orologio intelligente: un computer da polso

Uno smartwatch, come dice la parola stessa, è un “orologio intelligente”. Si tratta in pratica di un computer miniaturizzato, pensato per essere portato al polso al posto di un classico orologio da polso.

Uno smartwach è dotato tipicamente di uno schermo a cristalli liquidi in tutto e per tutto simile a quello degli smartphone (tranne che per le dimensioni più ridotte). Le funzioni dello smartwatch possono essere comandate tramite lo schermo touch, e/o tramite pulsanti fisici posizionati attorno allo schermo.

A cosa serve uno smartwatch?

Gli smartwatch possono essere più o meno…smart (intelligenti) ed avere perciò funzioni più o meno avanzate. La stragrande maggioranza degli smartwatch è pensata per lavorare in stretta sinergia con uno smartphone (o tablet), al quale si connette tramite la tecnologia Bluetooth senza fili.

Gli smartwatch più semplici fungono in pratica solamente da secondo display per il telefono, mostrando delle semplici notifiche: ad esempio, se il telefono riceve un messaggio, lo smartwatch si illuminerà, mostrando il contenuto del messaggio (o una sua anteprima). In questo modo, potremo velocemente controllare se il messaggio richiede la nostra attenzione in quel momento, oppure se possiamo rimandare la lettura approfondita e la risposta ad un secondo momento. Si tratta di una possibilità molto utile in tutte quelle occasioni in cui non vogliamo o non possiamo tirare fuori il cellulare dalla tasca o dalla borsa: se siamo a cena con qualcuno ad esempio, oppure se siamo in un autobus e ci è difficile usare le mani per prendere lo smartphone (soprattutto quelli moderni con schermi sempre più grandi che necessitano di entrambe le mani per essere usati). In questi casi lo smartwatch ci può essere comodo.

Molti smartwatch poi offrono la possibilità di interagire in modo più avanzato con il telefono in tasca. Pensiamo ad esempio a tutti quei momenti in cui stiamo ascoltando una playlist in cuffia, e vorremmo cambiare brano o aumentare il volume: sono tutte operazioni che diversi smartwatch permettono di fare. Abbinando il tutto a cuffie Bluetooth si possono eliminare completamente i cavi. Oppure, tornando all’esempio di prima, è possibile rispondere al messaggio direttamente dallo smartwatch, dettandolo con la propria voce grazie al microfono integrato.

Salendo di livello, gli smartwatch di fascia alta hanno integrati tutta una serie di sensori che monitorano informazioni sul nostro stato fisico (frequenza cardiaca, contapassi, sudorazione…) o altre informazioni (come ad esempio il GPS). Sono tutte funzioni che possono essere utili a chi deve tenere questi parametri sotto controllo, che sia per motivi di salute o per sport.

Alcuni smartwatch poi possono essere usati anche per controllare altri apparecchi: alcune televisioni Samsung ad esempio possono essere gestite dal Gear 2 Neo, che permette di alzare e abbassare il volume, cambiare canale e altro ancora.

Quali caratteristiche considerare al momento dell’acquisto di uno smartwatch?

Comprare uno smartwatch è un po’ come comprare uno smartphone: ci sono diverse caratteristiche da prendere in considerazione. Ecco quali sono:

  • lo schermo di uno smartwatch può essere paragonato al quadrante di un orologio classico.  Come è facile intuire, più sarà grande, maggiori informazioni potrà mostrare. Al contempo però uno smartwatch grande può essere meno bello esteticamente, soprattutto su polsi dal diametro ridotto.
    Al di là della grandezza e dell’aspetto estetico (che è soggettivo), è importante valutare altri parametri: primo fra tutti la risoluzione. Esattamente come per uno smartphone, più pixel ci sono meglio è.  Fondamentale è la leggibilità dello schermo alla luce solare, per essere in grado di usare lo smartwatch anche all’aperto in pieno giorno. Da non sottovalutare poi è la resistenza dello schermo agli urti: si tratta in fondo di un oggetto esposto a molti stress. In generale comunque, possiamo dire che se si acquista uno smartwatch prodotto da uno dei colossi dell’elettronica di consumo si avranno schermi di qualità.
  • Il cinturino è l’altro elemento “fisico” di grande importanza in uno smartwatch. Anche qui ci sono considerazioni estetiche su cui non ci addentriamo. Quello che vi possiamo consigliare però è di preferire prodotti che hanno cinturini intercambiali: non tanto per poterli cambiare quando cambia la moda, quanto perché se si dovesse rompere il cinturino non sarete costretti a mandare lo smartwatch in assistenza, in quanto basterà comprare a pochi euro un cinturino di ricambio.
  • La compatibilità con il vostro smartphone è fondamentale: come abbiamo detto infatti uno smartwatch, da solo, serve a poco. Gli smartwatch si collegano ai telefoni tramite la tecnologia senza fili Bluetooth. Anche se il vostro telefono è dotato di Bluetooth, la compatibilità può essere solo parziale, o addirittura nulla. Per evitare brutte sorprese leggete attentamente le schede tecniche, o – meglio ancora – chiedete al momento dell’acquisto di provare l’abbinamento dello smartwatch con il vostro cellulare.
  • Il processore e la ram sono molto importanti. Diversi smartwatch che avrebbero tutte le carte in regola per avere successo falliscono proprio su questo punto, risultando troppo lenti e infine inutilizzabili. Un processore Dual Core e una ram da 512Mb sono il minimo per uno smartwatch moderno
  • La durata della batteria è anche fondamentale. Uno smartwatch che non arriva a fine giornata è praticamente inutilizzabile. Leggete attentamente le recensioni per capire se lo smartwatch a cui siete interessati raggiunge questa durata minima di utilizzo. Per un oggetto che andrà ricaricato spesso, la facilità di ricarica è anche importante: alcuni modelli recenti possono essere ricaricati anche in modalità wireless.

Se siete pronti ad entrare anche voi nel mondo degli smartwatch, consultate la nostra pagina con le recensioni di numerosi modelli per capire qual è il più adatto a voi.

Guida all’acquisto di smartwatch Ultima modifica: 2014-06-16T15:30:22+00:00 da vijxgm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recensioni, notizie e guide all’acquisto di smartwatch