recensione smartwatch pebble time

Recensione smartwatch Pebble Time

Lo smartwatch Pebble Time è finalmente arrivato. Se il primo Pebble era giunto in un mondo che ancora non sapeva cosa fossero gli smartwatch (aiutando anzi a creare interesse attorno a questi oggetti), questo Pebble Time arriva in un momento molto differente, trovandosi ora a dover competere con prodotti molto maturi. (Per altre considerazioni sul Pebble originale e sul suo posizionamento di mercato cliccate qui).

Pebble Time non stravolge la formula che ha portato al grande successo dello smartwatch Pebble: un prodotto relativamente poco costoso (il prezzo negli USA è di 199$), semplice dal punto di vista tecnologico, con un’ottima durata della batteria grazie allo schermo e-ink e compatibile sia con smartphone Android che con iPhone. Nel descrivere uno smartwatch non-Pebble dovremmo praticamente ribaltare i concetti appena espressi: gli altri smartwatch sono infatti generalmente più costosi, più avanzati dal punto di vista tecnologico, con una batteria che dura solo un giorno (o meno), schermo lcd tradizionale e compatibili o con Android o con iPhone. È chiaro da questo breve paragrafo che Pebble Time è un prodotto del tutto particolare, che saprà sicuramente ritagliarsi una (ampia?) fetta di mercato. Ma andiamo a conoscerlo meglio.

schermo pebble timeTutto parte naturalmente dal display, l’elemento più importante in uno smartwatch. Il display del Pebble Time, da 1,25 pollici, è basato su tecnologia e-ink, la stessa dei lettori di ebook: questo vuol dire in pratica che può rimanere sempre visibile, non è retroilluminato e consuma pochissima batteria; il miglioramento principale rispetto al Pebble è il fatto che lo schermo è ora a colori, e non più in toni di grigio.

Meglio non esagerare con l’entusiasmo però: la tecnologia e-ink a colori è ancora gli esordi, e Pebble Time può mostrare un massimo di 64 colori. Da questo punto di vista, sembra di essere tornati nella prima metà degli anni novanta. Il lato positivo è la ottima visibilità anche nella piena luce solare, e il bassissimo livello di scarica che contribuisce a far durare questo smartwatch almeno 4 giorni completi senza ricaricarlo. Il display non è retroilluminato, anche se è possibile farlo illuminare per qualche secondo in modo da leggerlo anche al buio: basta agitare il polso o premere un pulsante.

Lo schermo non è però touchscreen: per controllare il Pebble Time ci si basa esclusivamente sui pulsanti fisici laterali. Ce ne sono tre a destra e uno a sinistra.

pebble time al polso

Un’altra novità rispetto a Pebble è la presenza di un microfono, che permette di dettare risposte a messaggi.

L’interfaccia per la ricarica che si trova sul retro del Pebble Time potrà essere usata in futuro anche per connettere lo smartwatch a tutta una serie di cinturini “intelligenti” che offriranno funzionalità avanzate. Ci potrebbero essere cinturini che offrono una ancora maggiore durata della batteria; che monitorano i battiti cardiaci; che fungono da antenna gps… Staremo a vedere: in realtà non ci sono ancora dettagli relativi a questo aspetto. Il cinturino in ogni caso è da 22 mm e compatibile con tutti i cinturini standard di questa dimensione.

Rispetto al vecchio Pebble, Pebble Time inoltre ha una più ampia memoria. Non sono disponibili dettagli tecnici, ma questo nuovo orologio può contenere decine di sfondi e app, mentre il Pebble originale ne poteva caricare solo 8.

Smartwatch Pebble Time

Il Pebble Time vibra per annunciare l’arrivo di notifiche, mostra i prossimi eventi in agenda, e può gestire app di vario tipo. Le funzioni di base, come l’orologio, le sveglie, e semplici app, sono attive anche senza connessione con uno smartphone. Tuttavia, per  le funzioni più interessanti (notifiche di chiamata, agenda, funzionalità fitness) è necessario la connessione via Bluetooth a uno smartphone Android o a un iPhone.

Dal punto di vista del design, non possiamo non rilevare come sia piuttosto datato. Una compagnia relativamente piccola come Pebble fa fatica a battersi dal punto di vista del design con “mostri” come Apple o Samsung, e questo Pebble Time sembra quasi un giocattolo a confronto con i più belli Apple Watch o Samsung Gear S. Almeno il display ora non è più coperto semplicemente da un pezzo di plastica trasparente, ma da un più adatto vetro Gorilla Glass, lo stesso che si trova negli smartphone di ultima generazione.

Positivo invece il fatto che è uno smartwatch molto sottile, con un peso di soli 42,5 grammi.

smartwatch pebble timeDal punto di vista software, è bello sapere che Pebble Time è retrocompatibile con tutte le app già disponibili per Pebble. Alcune app sono state ottimizzate per Pebble Time, e ciò significa principalmente l’aggiunta di colori.

La novità principale rispetto al Pebble è una nuova modalità di organizzazione delle informazioni basata su una Timeline, cioè una cronologia con tutto ciò che vi serve sapere nei vari momenti della giornata. È facile scorrere questa cronologia per vedere cosa si è fatto, cosa sta succedendo, e quali sono i prossimi appuntamenti in agenda.

Le app per il fitness sono solo di livello discreto. Sfruttano l’accelerometro 3D e la bussola. Il principale difetto è la sincronizzazione meno integrata rispetto a quanto avviene su Android Wear o sull’Apple Watch. In pratica il Pebble Time fa un buon lavoro nel tenere traccia delle vostre attività fisiche, ma se questo è il vostro principale interesse nell’acquistare uno smartwatch è meglio rivolgersi a prodotti maggiormente dedicati a questo scopo.

Fondamentalmente, questo smartwatch Pebble Time è solo un miglioramento incrementale rispetto al precedente Pebble. Non è una rivoluzione, bensì un affinamento necessario dopo due anni di Pebble per svecchiarlo un po’. Se avete già un Pebble e ne siete soddisfatti, passando al Pebble Time non noterete enormi cambiamenti. Se vi incuriosisce avvicinarvi al mondo degli smartwatch, questo prodotto è allo stato attuale uno dei migliori sul mercato: semplice ma funzionale, in attesa di una maturazione degli altri smartwatch (soprattutto dal punto di vista della durata della batteria).

Sarà fra qualche settimana disponibile anche una versione Steel, con cassa e cinturino in acciaio, a un prezzo di circa 100$ in più.

A fine settembre 2015, a sorpresa, Pebble ha annunciato anche la versione con schermo tondo di questo smartwatch.

Consulta la pagina con il riepilogo di tutti i modelli di smartwatch Pebble, con i prezzi aggiornati!

Recensione smartwatch Pebble Time Ultima modifica: 2015-06-21T10:09:02+00:00 da vijxgm

Recensioni, notizie e guide all’acquisto di smartwatch