recensione sony smartwatch 3 SWR50

Recensione Sony Smartwatch 3 SWR50


Il Sony smartwatch 3 SWR50 è il  wearable di più alta gamma prodotto dall’azienda giapponese. Esso punta a distinguersi dagli altri modelli sul mercato per le buone caratteristiche dello schermo e la discreta durata della batteria; è uno smartwatch che prevede un uso prevalentemente sportivo, grazie alla presenza del GPS, incluso per la prima volta in un Android Wear. Il prezzo è di circa 189€.
Sony ha deciso di puntare ancora su uno schermo rettangolare, ignorando l’ultimo trend degli smartwatch Android come il Moto 360 e LG G Watch R dotati invece di uno schermo tondo. D’altra parte, è la stessa scelta di Apple Watch, anch’esso rettangolare.
Importante e non scontata la scelta del sistema operativo Android Wear, nonostante Sony abbia sviluppato negli ultimi anni sistemi operativi propri. È una scelta che approviamo in quanto va incontro alle necessità del consumatore, che vuole una piattaforma interscambiabile, funzionale e diffusa.

Sony smartwatch 3 SWR50 nero
A fronte di un aspetto alquanto classico dato dallo schermo rettangolare, questo smartwach si mostra comunque un accessorio interessante sotto altre caratteristiche hardware, quali il processore Snapdragon 400 quadcore da 1.2 GHz, la memoria RAM da 512MB e 4GB di memoria per dati.

compra su amazonCompra Sony Smartwatch 3 su amazon.it
ebayCompra Sony Smartwatch 3 su ebay.it

Tra gli aspetti significativi di questo orologio ‘smart’ bisogna menzionare anche lo schermo transflettivo touchscreen a colori contraddistinto da risoluzione 320×320  (come nel suo predecessore Smartwatch 2) da 1.6 pollici; si tratta della stessa risoluzione e delle stesse dimensioni di altri smartwatch similari di forma rettangolare, come il Gear Live, così come la risoluzione è del medesimo tipo anche nello smartwatch LG G Watch R ed è leggermente superiore a quella del Moto 360.  Grazie alle proprietà dello schermo transflettivo si avranno meno problemi nel leggere il display anche fuori casa sotto la luce del sole rispetto a quanto accade con gli altri orologi ‘intelligenti’ che fanno da competitori al nuovo articolo Sony. Le impostazioni della luminosità sono regolate in modo automatico in base alle condizioni interne o esterne oppure possono essere gestite dall’utente; la funzione rimane comunque sempre attiva salvo disattivazione manuale e anche quando il dispositivo è in stand-by si potrà leggere l’ora sfruttando la riflessione della luce ambientale; chiaramente non attivando la retroilluminazione si può garantire una maggiore durata della batteria riducendo il consumo energetico del’orologio. Le dimensioni dello schermo fanno di questo dispositivo un accessorio utile per un’interazione adeguata con il display touchscreen, nonostante possa apparire poco gradevole e adatta al polso la sua forma rettangolare.
Questo smartwatch, inoltre, presenta sensori alla luce ambientale, accelerometro, bussola, giroscopio, oltre al dispositivo GPS, che lo rende un accessorio per il fitness completamente funzionale; manca, tuttavia, il sensore per rilevare il battito cardiaco. Questo accessorio tecnologico si distingue anche per la capacità di resistere all’acqua, purché si abbia cura di chiudere saldamente tutti gli sportelli e non immergerlo ad una profondità superiore a 1,5 metri per oltre trenta minuti; deve comunque trattarsi di acqua dolce per cui è consigliato evitare l’immersione in mare o piscina.

Sony Smartwatch 3
Il Sony smartwatch 3 SWR50 è ottimizzato per device che eseguono Android 4.3 e le versioni successive e si connette ad altri dispositivi tramite bluetooth 4.0, NFC o microUSB.
Con questo dispositivo è possibile interagire con Google Now attraverso comandi vocali grazie al microfono, mentre la ricezione delle notifiche direttamente ‘al polso’ permette di non perdere alcun avviso o messaggio; per le attività fuoriporta può diventare un accessorio utile anche se non connesso ad uno smartphone: si potrà ascoltare musica o tenere traccia dell’attività fisica se si fa sport.
Il modello è  disponibile in tre differenti colori del cinturino (nero, giallo e acciaio), con la possibilità di sostituirlo con braccialetti di vari colori venduti separatamente come accessori facoltativi da abbinare secondo il proprio stile.
La presentazione di questo nuovo articolo firmato Sony è avvenuta nel 2014 presso la IFA (International Funkausstellung Berlin), una delle più antiche fiere industriali in Germania; esso è stato ufficialmente lanciato sul mercato a dicembre dello stesso anno.
I produttori della Sony, che hanno ormai alle spalle una lunga storia a contatto con gli smartwatch, con questo nuovo modello puntano senza dubbio ad allargare la propria audience anche grazie all’integrazione del sistema operativo di Google, Android Wear, tramite cui si garantisce la possibilità di installare un numero maggiore di app; anche la presenza del GPS e l’autonomia della batteria superiore alla concorrenza sembrano essere carte vincenti di questo nuovo accessorio ‘smart’.
Tra le criticità di questo nuovo dispositivo Sony smartwatch 3 SWR50, tuttavia, va sottolineato che arriva sul mercato in un momento in cui è presenta un’ampia offerta di orologi Android Wear che non risentono di un aspetto estetico non tradizionale avendo ormai puntato sulla presenza dello schermo circolare, che sembra essere meglio accolto e gradito dai clienti. Inoltre, anche la mancanza del sensore di battito cardiaco è una pecca, vista la sempre maggiore tendenza degli smartwatch a trovare la loro natura nell’essere dei sistemi di misurazione e registrazione dei parametri vitali.

Scopri gli altri smartwatch Sony disponibili sul mercato. Oppure, se questo modello ti piace:

compra su amazonCompra Sony Smartwatch 3 su amazon.it
ebayCompra Sony Smartwatch 3 su ebay.it

Recensione Sony Smartwatch 3 SWR50 Ultima modifica: 2015-03-20T14:36:23+00:00 da vijxgm

Recensioni, notizie e guide all’acquisto di smartwatch